Come (e perché) diventare consulente per la terza età?

Qualche mese fa, finalmente, il Ministero per lo Sviluppo Economico ha approvato la registrazione della figura del Consulente per la Terza Età, un nuovo profilo di cui ti ho parlato e per cui ho anche creato un corso di formazione con certificazione riconosciuta, che solo io – in Italia – sono abilitato a erogare.

Ma perché è importante la figura del Consulente per la Terza Età?

E come si accede al corso?

 Il Consulente per la Terza Età. Chi è e cosa non è

Iniziamo con una domanda base: chi è il Consulente per la Terza Età?

Questa figura eredita il ruolo dell’home care manager: un professionista che decide di investire nel settore aprendo un centro di assistenza domiciliare.

La parola “consulente”, però, ci dice qualcosa di più.

Il Consulente per la Terza Età, infatti, non è solo qualcuno che decide di fare impresa nell’assistenza domiciliare, ma è anche qualcuno che decide di investire – oltre ai soldi – anche a propria professionalità, mettendola a disposizione di chi si rivolgerà a lui.

Nella figura del consulente, infatti, è implicito un valore profondo: il concetto di Servizio. Servizio al cliente, servizio al paziente, servizio ai propri collaboratori.

Altra cosa che il Consulente per Terza Età NON è: non si tratta del direttore di una Onlus.

Se infatti, poco fa, ti ho sottolineato l’importanza del concetto di Servizio, non l’ho certo fatto parlando di servizi gratuiti!

Il Consulente per la Terza Età è infatti, innanzitutto, un IMPRENDITORE e – in quanto tale – investe il proprio capitale e la propria professionalità nell’ottica di ottenere un introito.

Questo aspetto è di fondamentale importanza anche a livello legale, per scegliere la forma societaria migliore: un errore in cui vedo spesso incappare chi cerca di “fare da sé”.

Ultima cosa, di non minore importanza: il Consulente per la Terza Età è un professionista che sa che la chiave di volta per differenziarsi dalla concorrenza e per fare ottenere dal proprio centro i migliori risultati è puntare sulla FORMAZIONE.

Soprattutto quando la formazione ti permette di ottenere una certificazione in grado di distinguerti e affermare la tua professionalità rispetto ai competitors.

Come si diventa Consulente per la Terza Età?

Sono in molti, oggi, a chiedermi come si fa a imbarcarsi in questo percorso, come ci si iscrive e quanto dura la formazione.

Domande legittime, soprattutto oggi che i corsi sembrano pullulare ovunque e per ogni settore.

Quando ho iniziato a mettere a punto la mia proposta formativa, l’ho fatto proprio pensando a questo e cercando di creare non un corso fra i tanti – utile solo a erogare un pezzo di carta – ma tentando di organizzare un corso che partisse dalle esigenze personali di ognuno degli iscritti.

Niente di standardizzato quindi, ma un vero e proprio abito tagliato e cucito su misura per le diverse esigenze.

Quello che ho creato, quindi, è un percorso di tre mesi, personalizzato e non accessibile a tutti.

Per accedere alla formazione, è infatti necessario candidarsi compilando un form.

Al tuo successo!

 

Vuoi diventare un Consulente per la Terza Età? Clicca qui