Le 6 regole d’oro per un centro di assistenza domiciliare di successo

Qual è la chiave di volta per mettere a punto un centro di assistenza domiciliare che si distingua da tutti gli altri presenti sul mercato?

Quali sono i principi su cui ti conviene fondare non solo il tuo centro ma anche la comunicazione dei tuoi servizi?

Te lo spiego qui, in queste 6 regole d’oro.

Le chiavi di volta del tuo successo

1- Trasformati in un VERO consulente

Di venditori è pieno il mondo e i venditori – oggi più che mai – lasciano un po’ il tempo che trovano.

Perché? Semplice, ce ne sono troppi ma non solo.

Rispetto al passato i clienti sono molto più smaliziati e preparati a riconoscere “il venditore di turno”, pronto sempre a rifilarti la qualunque. Magari basandosi pure su una comunicazione “strombazzata”.

Quindi… trasformati in un vero consulente cioè semplicemente in un professionista che offre risposte e soluzioni a delle domande.

Mettiti al servizio del cliente piuttosto che fargli percepire che sei tu, che stai aspettando qualcosa da lui.

Il cliente NON è una limone da spremere, gettando poi la buccia, per almeno due buoni motivi. La prima, è un’ovvia ragione di carattere etico e no, l’etica professionale non è qualcosa di secondario ma rappresenta una cartina tornasole e un elemento distintivo che oggi i clienti riconoscono “a naso”.

Il secondo motivo è che il cliente genera passaparola e che un cliente “spremuto” non può fare altro che generare un passaparola negativo.

2- Differenziati dai tuoi concorrenti

Com’era il mercato del nostro settore qualche anno fa?

Ai primordi.

Cosa significa questo? Che la concorrenza era molto più ridotta rispetto a oggi e che tutti potevano permettersi di offrire servizi simili con caratteristiche simili.

Oggi, però, quello dell’assistenza domiciliare è un settore molto più nutrito e lo diventerà sempre di più domani.

Il coronavirus, infatti (con i problemi che si sono registrati in molte RSA) ha fatto da spartiacque: moltiplicherà la domanda – perché molti vorranno mettere al sicuro i propri cari – ma moltiplicherà anche la concorrenza.

Questo vuol dire che oggi non puoi più permetterti di essere “uno fra i tanti”: devi coltivare la diversità.

E la diversità deve identificarsi con l’eccellenza.

Il punto, quindi, non è offrire servizi semplicemente diversi ma mettere a punto i tuoi servizi in base alla domanda: in cosa posso eccellere rispetto ai miei competitor?

La risposta a questa domanda te la daranno diversi elementi, primo tra tutti la conoscenza capillare del tuo territorio e della domanda diffusa che lo caratterizza.

Quali sono i servizi più ricercati?

E quali di questi servizi non hanno ancora trovato risposta nell’offerta?

Queste sono solo due delle domande che ti devi porre.

Difficile? Sì se lo fai da solo, molto meno se ti affidi alla consulenza di un professionista che ti possa aiutare a a mettere in luce questi e altri aspetti.

3- Trova e metti a punto il tuo metodo di lavoro

L’importanza del metodo, oggi riveste un valore fondamentale.

Cos’è che fa sì che un centro funzioni?

Cos’è che lo distingue da un’offerta raffazzonata?

L’idea di base?

Un colpo di genio che ti ha permesso di mettere a fuoco un servizio particolare, che nessuno offriva?

No. La base principale per il successo del tuo centro, è qualcosa di molto più prosaico… cioè il METODO.

Ma cosa rappresenta il metodo? Il metodo è un SISTEMA che è stato messo a punto in modo tale da essere replicabile e da garantire quindi a te stesso e ai tuoi clienti che ogni volta potrai raggiungere lo stesso risultato d’eccellenza.

Un metodo ti garantisce inoltre di avere sempre pronta la risposta giusta nel momento in cui dovrai affrontare determinate criticità.

Trova il tuo metodo quindi, limalo a dovere e implementalo con l’aiuto di un professionista che ti aiuti a evitare gli errori più comuni.

Dopodiché comunicalo ai tuoi clienti in modo che possano valutare il valore del tuo lavoro e sentirsi in mani sicure.

Come vedi, c’è davvero molto da dire!

Ecco perché questa settimana mi fermo qui e ti do appuntamento alla settimana prossima con le ultime tre regole d’oro.

Intanto, se vuoi un’anticipazione o se vuoi confrontarti con me su altri aspetti, contattami pure!

Ti piacerebbe diventare un Consulente per la Terza Età! Candidati qui